Location


Gioielli ed orologi di lusso a Cagliari.
La prestigiosa sede è situata in centro città, a pochi metri da Piazza Repubblica in una delle vie più eleganti della città.

Map


Floris Coroneo
Via Dante, 92/A 09128 Cagliari (CA)



To See & To Do

  RICHIEDI INFORMAZIONI - Santuario di Nostra Signora di Bonaria
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Porto di Cagliari
  RICHIEDI INFORMAZIONI - Quartiere Castello

To Visit


Santuario di Nostra Signora di Bonaria

Il Santuario di Nostra Signora di Bonaria è un complesso religioso della città di Cagliari, in cima al colle omonimo.
E' il Santuario mariano più importante della Sardegna, costituito da una piccola chiesa, che è il vero e proprio Santuario, di origini trecentesche, a cui si affianca la Basilica.
Il Santuario propriamente detto è la piccola chiesa trecentesca, in origine cappella della cittadella fortificata di origine araganese, che oggi si trova a sinistra della Basilica.
Per accedere alla chiesa si entra dal portale, in stile gotico, che fu recuperato dalla medievale chiesa di San Francesco in Stampace, demolita nel XIX secolo.
Secondo la leggenda, il 25 marzo 1370 l’equipaggio di una nave Catalana, sorpresa da una tempesta, decise di gettare in mare tutto il carico, tra cui una pesante cassa. A quel punto la tempesta si placò.
La cassa approdò quindi a Cagliari, proprio sotto il colle di Bonaria; i frati del convento, apertala, vi trovarono una statua in legno di carrubo della Vergine Maria. La devozione alla statua si diffuse immediatamente in tutta la Sardegna, specie tra i marinai che la invocano come protettrice.
Gli spagnoli, in segno di devozione, diedero il suo nome alla capitale dell'Argentina, Buenos Aires.
Il 13 settembre 1907 papa Pio X proclamò la Madonna di Bonaria Patrona Massima della Sardegna.

Il Castello

Il Castello (Castéddu 'e susu in sardo, trad.Castello di su) è uno dei quartieri storici di Cagliari, assieme a Villanova, Marina e Stampace. Sorge su di un colle calcareo, a circa cento metri sul livello del mare.
I Pisani fondarono questo quartiere nel XIII secolo. Dopo averlo fortificato e dotato di muura e torri, vi trasferirono le sedi del potere civile, militare e religioso. Da allora, sotto ogni dominazione (Pisana, Spagnola e Piemontese), e fino ad oggi il Castello ospita gli edifici del potere e le residenze nobiliari, tanto da identificarsi con la città, che non a caso in sardo viene chiamata Castéddu. Ancora oggi si accede al quartiere attraverso le antiche porte medievali, aperte nelle mura che cingono gran parte del perimetro del Castello.
Il Castello ospita attualmente importanti istituzioni, quali la Prefettura e l'aula Consiliare della Provincia di Cagliari nei locali del palazzo Reale, ubicato nella Piazza Palazzo, così come la Cattedrale intitolata a Santa Maria Assunta e Santa Cecilia.
Anche l'Università di Cagliari ha in Castello la sua sede principale, nel palazzo settecentesco che ospita gli uffici del Rettorato.

Porto di Cagliari

Di origine fenicio-punico, l’aspetto che possiamo vedere oggi è quello del '900. Fino all'Unità d'Italia era separato dalla città mediante delle mura attraverso le quali una porta garantiva l’accesso al quartiere della Marina, Con i lavori ottocenteschi si allontanò la riva del porto dal quartiere Marina e vennero installati il molo della Darsena e quello Sanità.
Importanti sono i servizi passeggeri di linea che collegano il capoluogo sardo con la Sicilia e la penisola italiana. Elemento qualificante della città di Cagliari e sbocco a mare del suo centro storico, il porto è, assieme al Castello e alla Basilica di Bonaria, la struttura che più di altre caratterizza e identifica la città.
TOP